atleti

calcio

Principali infortuni del calciatore

Nel calcio gli infortuni possono essere generati da una situazione di abuso oppure da un evento particolarmente grave o traumatico, come un tackle o un movimento innaturale della gamba. Gli infortuni più comuni nel calcio sono:

 

Distorsione alla caviglia: lesione in inversione (rotazione interna del piede) o in eversione (rotazione esterna del piede), distorsione del retropiede o dell’avanpiede.

Tendinite: la tendinopatia al tendine d'Achille è una lesione cronica che si verifica principalmente per un uso eccessivo ed è un dolore rilevato in fondo alla caviglia. Se il fastidio viene ignorato può degenerare e aumentare il rischio di rottura del tendine di Achille.

Lesioni muscolari: Riguardano principalmente i muscoli estensori e i muscoli flessori del ginocchio, i muscoli adduttori ed il tricipite surale.

Sindrome della Bandelletta Ileotibiale: detta anche "ginocchio del corridore" si traduce spesso in dolore e fastidio nella parte esterna del ginocchio.

Trauma rotuleo o condromalacia della rotula: ci si riferisce generalmente al dolore intorno alla rotula chiamato anche "b".

Fascite plantare: processo infiammatorio a carico del cosiddetto legamento arcuato, altrimenti noto come aponeurosi plantare o fascia plantare.

Periostite: comprende una varietà di dolori, un'infiammazione della parte esterna dell'osso, nel calcio si verifica nella parte anteriore della gamba lungo la tibia. E' considerato un infortunio cumulativo per stress.

Fratture da stress: le fratture da stress alla gamba sono spesso il risultato di un uso eccessivo o di impatti ripetuti su una superficie dura.

Tendiniti e fratture tendinee: la tendinite è semplicemente l'infiammazione di un tendine. Essa si verifica generalmente per abuso, ma può verificarsi anche da una forte contrazione che provoca microstrappi nelle fibre muscolari. Questa condizione può portare a debolezza e infiammazione.

Lesioni del ginocchio:

- lesione del legamento crociato anteriore (LCA) e del legamento crociato posteriore (LCP)

- lesione del legamento collaterale mediale (LCM) e del legamento crociato laterale (LCL)

Le lesioni legamentose del ginocchio sono molto comuni in tutti gli sport che richiedono un arresto e una partenza o una modifica rapida delle direzioni.

• Lesioni del Menisco: lesione del menisco mediale o lesione del menisco laterale.

• Lesione del PAPI e PAPE: lesione a carico del punto d’angolo postero esterno o interno.

Morbo di osgood shlatter: si tratta di una problematica del periodo post puberale-adolescenziale che si manifesta con un dolore nella regione anteriore della tibia, appena al di sotto della rotula.

Sindrome retto-aduttoria o pubalgia: patologia che va ad interessare i muscoli adduttori della coscia, i muscoli addominali e molto spesso anche i muscoli piccolo e grande psoas ed iliaco.

 

Alimentazione per il calcio

Il calcio è uno sport ad attività prolungate e intermittenti, ad alta intensità di lavoro, in cui è importante avere a disposizione una buona scorta di glicogeno epatico, che si trasforma in glucosio e quindi in energia, durante l’attività sportiva.

Per questo l’alimentazione abituale del calciatore deve prevedere una quota adeguata di carboidrati complessi. I pasti dei 3-4 giorni precedenti alla partita devono essere particolarmente ricchi in carboidrati complessi, con una moderata riduzione del carico di allenamento; il pasto precedente alla partita di calcio deve avere caratteristiche tali da far sì che l’organismo non sia più impegnato nei processi digestivi quando inizia l’attività sportiva. Anche il pasto post partita dovrà garantire un rapido recupero a livello di idratazione e di scorte energetiche.